MANCATE CURE “IMPLANTOMAT”, L’UNC di Pomezia ottiene la risoluzione del contratto e la restituzione delle somme già pagate

La signora Elena aveva sottoscritto un finanziamento di 4800 euro per l’installazione di un impianto odontoiatrico ad opera della soc. Implantomat. Dopo ben otto mesi, tuttavia, ancora non riusciva a fissare un appuntamento per cominciare le cure che, nel frattempo, aveva iniziato a pagare. Stanca delle continue dilazioni del call center del centro, che puntualmente spostava gli appuntamenti per carenza di personale, si è rivolta all’UNC di Pomezia che immediatamente ha provveduto a far valere i suoi diritti, ottenendo nel giro di un mese la risoluzione del contratto e l’impegno, da parte della finanziaria, alla restituzione del denaro alla signora Elena.

«Considerata la condotta della Implantomat, il contratto stipulato con la nostra associata è da ritenersi risolto per grave inadempimento ex art.1453 del c.c. -spiega l’Avv. Daniele Autieri, responsabile dell’UNC delegazione di Pomezia-. Abbiamo diffidato la stessa alla restituzione delle somme indebitamente percepite e informato la società finanziaria della mancata erogazione del servizio per cui aveva erogato il credito, la quale ha alacremente fatto seguito alla nostra missiva comunicandoci la volontà di restituire le somme di denaro già devolute».

Non è la prima volta che allo sportello UNC di Pomezia si rivolgono cittadini in attesa (da mesi) di ricevere delle cure pagate profumatamente, altri casi sono stati già trattati dall’UNC Pomezia che puntualmente ha saputo dare ai propri associati risposte pronte e risolutive.

La delegazione UNC di Pomezia invita pertanto chiunque si trovasse in simili circostanze a rivolgersi al nostro sportello, chiamando i numeri 06.9122006 o 329.9693762 o anche inviando una mail a info@consumatoripomezia.it.

 

Alessandra Carloni, Ufficio stampa UNC delegazione di Pomezia

Potrebbero interessarti anche...