BOLLETTE: Come risolvere il problema dei maxi conguagli in bolletta

Il problema dei maxi conguagli richiesti ai consumatori da parte delle società di elettricità e gas è sempre più frequente e il primo consiglio che possiamo dare è di non credere alle favole e affidarsi piuttosto a degli esperti per capire, prima di tutto, se la richiesta è legittima. E’ vero infatti che, in alcuni casi, gli importi sono dovuti nonostante per anni i distributori non abbiano comunicato la lettura del contatore alle società di vendita per cui dopo arriva la stangata, ma accade anche, (e paradossalmente è successo anche ad una bolletta arrivata agli uffici della nostra associazione!), che si mandino conguagli stimati completamente sballati!
Senza contare che va sempre controllato il periodo di fatturazione del conguaglio perché se sono passati più di cinque anni va in prescrizione; se dopo le opportune verifiche si accerta la legittimità dell’importo, è possibile richiedere la rateizzazione, che avrà modalità diverse a seconda se si è clienti del Servizio di Tutela o del Mercato Libero, in quest’ultimo caso, purtroppo, le modalità proposte potrebbero essere molto meno convenienti.
Detto così sembra facile, ma purtroppo la prima difficoltà i consumatori l’affrontano nel leggere la bolletta e capire quanto devono pagare. Per questo motivo i nostri esperti sono disponibili a fornire assistenza ai cittadini e naturalmente aiutarli a far valere i propri diritti. E’ possibile contattarci attraverso lo sportello sul sito www.consumatori.it o chiamando il numero: 06-32600239.
Per avere assistenza, contatta i nostri esperti attraverso lo sportello mail info@consumatoripomezia.it, tel. 06 912 2006, cell 329 9693762, UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI DELEGAZIONE DI POMEZIA, VIA ROMA 7

Autore: UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI

Potrebbero interessarti anche...